2009 - 2019: Lo Sviluppo del Calcio nell'ultimo decennio

Il calcio dilettantistico e giovanile
Il calcio dilettantistico e giovanile continua a rappresentare dal punto di vista delle dimensioni
dell’attività il principale movimento sportivo in Italia. Nel 2018-2019 si contano un totale di 12.032
società e 64.372 squadre; il numero complessivo di calciatori tesserati è pari a 1,05 milioni, di
cui il 65,7% per quanto riguarda l’attività nei campionati di livello giovanile. Al progressivo
decremento intervenuto negli ultimi anni nel numero di società (in diminuzione del 9% tra
il 2016-2017 e il 2018-2019) si contrappone un positivo incremento del numero di calciatori
tesserati nell’ambito del Settore Giovanile e Scolastico (+2,4% nel medesimo triennio), mentre
prosegue il calo dei giocatori tesserati per l’attività dilettantistica (-2,7%).
La regione con il maggior numero di calciatori tesserati continua a rimanere la Lombardia,
che con 185.456 giocatori da sola pesa per il 17,7% del totale. Seguono il Veneto (10,5%), il Lazio
(9,2%), l’Emilia Romagna (8,3%) e la Toscana (8,1%). Il numero complessivo di partite ufficiali
disputate nel 2018-2019 ammonta a 568.573, di cui il 65% circa relative all’attività giovanile e
il 35% a quella dilettantistica. Il ReportCalcio analizza anche per la prima volta il profilo della
creazione del talento nel calcio dilettantistico e giovanile, in particolare a livello maschile. Solo
tra il 2017-2018 e il 2018-2019, ben 724 giovani calciatori di età compresa tra i 15 e i 21 anni formati
da società dilettantistiche sono riusciti ad accedere al calcio professionistico. 71 di questi sono
stati tesserati per società di Serie A, 103 per club di Serie B e 550 per società di Serie C. Un totale
di 272 calciatori sono riusciti ad accedere al professionismo nella Stagione Sportiva successiva
al tesseramento per una società di Eccellenza o di livello inferiore, e altri 452 nella Stagione
Sportiva successiva al tesseramento per una società partecipante al Campionato di Serie D.
Vengono anche presentati i dati di sintesi relativi all’affluenza allo stadio nei campionati
dilettantistici nazionali, pari nel 2018-2019 a quasi 3 milioni di spettatori, insieme all’analisi del
profilo infrastrutturale dei campi da gioco utilizzati nel calcio dilettantistico e giovanile; la
principale tipologia di superficie dei terreni di gioco continua ad essere rappresentata dall’erba
naturale (51%), seguita dall’erba artificiale (25%) e da altre tipologie (24%). Per quanto riguarda
invece la proprietà degli impianti, nell’81% dei casi analizzabili risulta essere pubblica e nel
restante 19% privata. Considerando gli aspetti infrastrutturali, prevalgono i campi dotati di una
o più tribune per gli spettatori (52%, rispetto al 48% dei campi che non prevedono tale spazio).